LE COMUNITA’ ENERGETICHE IN ITALIA

LE COMUNITA’ ENERGETICHE IN ITALIA

LE COMUNITA’ ENERGETICHE IN ITALIA

Le Comunità Energetiche sono un importante strumento di sviluppo green per la nostra società. Si tratta di impianti a rinnovabili con una potenza complessiva inferiore a 200 kW. L’energia prodotta da questi impianti deve essere consumata sul posto, oppure accumulata attraverso opportuni sistemi.

Il collegamento alla rete elettrica va fatto nella cabina di trasformazione a media/bassa tensione che serve la comunità energetica e l’area geografica di riferimento. In buona sostanza privati cittadini, realtà produttive ed enti pubblici possono costituire una comunità e usufruire dei vantaggi a essa connessi.

La Comunità Energetica innesca un circolo virtuoso che comporta non solo vantaggi economici ma anche benefici ambientali e sociali. Puntare a una crescita sostenibile abbattendo significativamente le emissioni inquinanti vuol dire impegnarsi a ridurre le conseguenze ambientali e sanitarie che ben tristemente conosciamo.

La Comunità Energetica beneficia della riduzione dei costi della bolletta elettrica e di un benefit. Il vantaggio economico per chi vi aderisce, quindi, non è un aspetto secondario ma un incentivo consistente a compiere questo importante passo che, per altro verso, aiuterà in maniera considerevole la transizione energetica dalle fonti fossili alle energie rinnovabili. Grazie anche a iniziative di questo tipo si potranno raggiungere più facilmente gli obiettivi del Piano Nazionale Energia e Clima e quelli imposti dai vari trattati internazionali: il loro mancato conseguimento esporrebbe l’intero pianeta a conseguenze gravissime e irreversibili.

Occorre, a parte la buona volontà dei singoli cittadini, anche un impegno da parte del versante pubblico. Le istituzioni locali si debbono fare promotrici di questa importante novità legislativa, per esempio con l’apertura di sportelli informativi. Nelle prossime settimane, anche attraverso i nostri portavoce negli Enti Locali, cominceremo una importante opera di sensibilizzazione direttamente sul territorio che è il destinatario della norma.

pp

Lascia un commento