OLTRE 3 MILIONI DI EURO PER I COMUNI DI SIRACUSA E RAGUSA

Il Decreto Crescita approvato la settimana scorsa prevede grosse novità per tutti i cittadini italiani e dovrebbe essere un volano espansivo per il nostro Paese. Insieme allo Sblocca Cantieri è il giusto mezzo per sbloccare l’economia italiana.

Fra le norme contenute nel DL c’è la cosiddetta norma Fraccaro:

“Con il decreto Crescita abbiamo stanziato 500 milioni di euro in favore dei Comuni di tutta Italia per avviare opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e di sviluppo sostenibile sul territorio. Si tratta di un piano straordinario per rilanciare la spesa per investimenti dei Comuni e dare un impulso massiccio alla crescita sostenibile. È una norma che ho fortemente voluto per invertire la rotta nel rapporto con gli enti locali. Enti in ginocchio dopo anni di tagli e austerity, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Era un impegno del Movimento 5 Stelle e lo manteniamo”. Il Parlamento e la Democrazia aggiunge: “Con questi fondi, distribuiti alle amministrazioni comunali sulla base della popolazione, sarà possibile aprire tanti cantieri diffusi in tutto il Paese. Questi permetteranno di promuovere il risparmio energetico e il ricorso alle energie rinnovabili negli edifici pubblici”. 

“Infine, si potranno attuare investimenti per la messa in sicurezza di strade, scuole e del patrimonio pubblico. Si andrà da un minimo di 50mila euro per i Comuni fino a 5mila abitanti ad un massimo di 250mila euro per quelli oltre i 250mila abitanti. Soldi subito disponibili per tutti i Comuni d’Italia che potranno finanziare le opere pubbliche sostenibili. Siamo convinti che consentire agli Enti locali di tornare ad investire sia il modo migliore per far correre l’economia. Dunque stimolare l’occupazione e dare nuovo impulso alla crescita. Con le norme contenute nella legge di bilancio, a partire da quella che ha stanziato 400 milioni di euro ai piccoli Comuni, abbiamo sbloccato gli investimenti con un aumento della spesa effettiva delle amministrazioni comunali pari al 21,8%. Vogliamo imporre una svolta rispetto agli ultimi anni per dare risposte alle istanze dei territori e dei cittadini. Con il Governo del cambiamento il Paese torna ad investire nella crescita sostenibile” 

I fondi della norma Fraccaro riguardano naturalmente anche i Comuni del Siracusano e del Ragusano. Nel dettaglio, se le norme fossero confermate anche dai successivi passaggi parlamentari, sono ben 3 milioni e 260 mila euro che si riverserebbero – solo per effetto di questo provvedimento – nell’economia di questo territorio. Nel dettaglio (aspettando sempre le conferme) i fondi dovrebbero essere così ripartiti.

Per l’ex provincia di Siracusa si distribuiscono 2 milioni di euro:

  • 210 mila euro per Siracusa
  • 130 mila euro per Augusta, Avola, Floridia, Lentini, Noto, Pachino e Rosolini
  • 90 mila euro per Carlentini, Francofonte, Melilli e Priolo
  • 70 mila euro per Canicattini, Palazzolo, Solarino e Sortino
  • 50 mila euro per Buccheri, Buscemi, Cassaro, Ferla e Portopalo

1.260.000 euro per l’ex Provincia di Ragusa:

  • 50 mila euro a Giarratana e Monterosso Almo
  • 70 mila euro a Chiaramonte Gulfi, Santa Croce Camerina e Acate
  • 90 mila euro a Ispica e Pozzallo
  • 130 mila euro a Scicli e Comiso
  • 170 mila euro a Ragusa, Modica e Vittoria

I soldi immediatamente disponibili saranno erogati solo a quei comuni che inizieranno i lavoro entro e non oltre il 15 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *